domenica , 19 agosto 2018
Home / Libri / "La cena di Natale" di Io che amo solo te

"La cena di Natale" di Io che amo solo te

"La cena di Natale" di Io che amo solo te

"La cena di Natale" di Io che amo solo te

Dopo aver letto "Io che amo solo te" ed averlo amato in tutte le sue pagine, non potevo farmi sfuggire questo secondo capitolo "La cena di Natale" di Io che amo solo te, per vedere cosa accade ai tanto cari e amati personaggi di Polignano. Dopo il sontuoso pranzo di matrimonio, del primo libro, qui sarete invitati al tradizionale cenone di Natale, dove "gusterete" non solo le succolenti pietanze ma le simpatiche e romantiche vicissitudini di tutti i suoi protagonisti. Un romanzo nel romanzo, con intrecci, amori, peripezie adolescenziali, gravidanze vere e presunte, che ripropongono le atmosfere delle riunioni familiari dove ognuno si sente in dovere di essere perfetto. Un racconto dolcissimo, divertente che vi coinvolgerà in pieno, con le sue espressioni locali, i luoghi descritti vi faranno vivere il libro proprio come se fosse un film. Bianchini in questo libro, in linea con il precedente, mette tutti di buon umore, facendoci sorridere di noi stessi, delle tradizioni italiane, senza però essere offensivo o irrispettoso e soprattutto ci fa sperare nell'amore, nell'amore vero, quello di Don Mimì e la sua Ninnella.

La trama del libro racconta ciò: ci ritroviamo, alla vigilia di Natale, in un'inedita Polignano a Mare ricoperta dalla neve. Ritroviamo tutti i protagonisti che si preparano a festeggiare l'arrivo del Natale a casa degli Scagliusi, dove Matilde, moglie di Don Mimì, ha deciso di organizzare il cenone di Natale e  invitare tutti, per sfoggiare il bellissimo anello che il marito le ha regalato e soprattutto non vede l'ora di mostrarlo alla sua rivale in amore Ninella, che nel frattempo ha deciso di diventare bionda, un biondo-Kidman. Matilde per raggiungere il suo scopo invita proprio tutti, i neo sposi Chiara e Damiano, presi con i loro problemi di giovane coppia sposata; Orlando, il figlio gay, che arriva da Bari per aiutare il fratello ed occuparsi della stesura dei menù; la vicina, gli zii impiccioni e naturalmente Ninella e la figlia minore, Nancy,alle prese con il desiderio di perdere al più presto la verginità. Più che un Natale all'insegna della fratellanza sarà un Natale tra "parenti-serpenti", ma l'amore è dietro l'angolo che aspetta solo di uscire allo scoperto.

 

loading...

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

5 × due =

Scroll To Top