venerdì , 14 dicembre 2018
Home / Fai da te / Fiori e piante / Come lasciare le piante quando si va in vacanza

Come lasciare le piante quando si va in vacanza

innaffiare

innaffiare

 

Quando si va in vacanza, soprattutto in estate, lasciare le nostre piante diventa un problema, dopo aver spesso tanto tempo a dedicare preziose cure alle nostre piante, ci sentiamo in colpa a partire e sapere che al nostro ritorno potrebbero essere secche e andate.

Una soluzione efficace sarebbe quella di dare ad un vicino di fiducia e molto gentile, una copia delle nostre chiavi e chiederli di andare ad innaffiare al nostro posto, questa è la soluzione che scelgo io, poichè la mia mamma abita accanto e non esiste una persona più affidabile di lei, cosi faccio anch'io, ma chiusa questa parentesi privata, se non abbiamo nessuno a cui lasciare le proprie piante ciò diventa un grosso problema. Vediamo quali soluzioni si possono usare per non trovare brutte sorprese al rientro :

- Se state via per pochi giorni, un weekend o 3-4 giorni al massimo :

  • Prendete dei recipienti d'acqua, ad esempio delle bacinelle di plastica,  disponetele vicino ai vasi, un ottimo rimedio per tutte le piante all'interno e all'esterno.  L'acqua evapora e creà un ambiente umido e quindi la pianta consumerà poca acqua.
  • Non lasciate completamente al buio l'abitazione ma lasciate un effetto penombra, poichè riduce il consumo d'acqua.
  • Invece per le nostre piante che sono all'esterno, nei balconi, giardini, le sistemiamo addossandole l'una all'altra, dalla più grande alla più piccola, nell'angolo meno soleggiato più in ombra.

- Se state via più allungo di una settimana è possibile garantirli l'acqua di cui hanno bisogno in questi tre modi, molto semplici e con materiali facilmente recuperabili in casa :

  1. Prendete una bottiglia da mezzo litro d'acqua, fate alcuni fori sul tappo di plastica, con la punta dell'ago passata  sul fuoco,  richiudetela e piantatela con il collo nel terreno del vaso e la pianta assorbirà l'acqua che necessità.
  2. Mettete le piante nella vasca da bagno, prendete una bacinella per pianta, mettetela sul bordo della vasca,  ad un'altezza superiore  al vaso, prendete delle strisce di stoffa ( da 3  a 10) bagnatele e mettete una punta nel vaso e una nella bacinella, in questo modo l'acqua arriverà alla pianta.
  3. Se le piante sono molte prendete un telo, mettetelo su una superfice piana, come può essere lo scola piatti del nostro lavandino, prendete un altro telo più piccolo, tipo un panno o un canovaccio, mettete in collegamento il telo grande e la bacinella d'acqua, l'acqua risalirà  e così innaffierà le piante.

E ora Buone vacanze Con un pensiero in meno!

 

loading...

2 commenti

  1. Howdy! This article could not be written any better! Looking at this post reminds me of my previous roommate!
    He continually kept talking about this. I will forward this article to him.

    Pretty sure he will have a great read. Many thanks for sharing!

  1. Pingback: essayforme

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

19 − 10 =

Scroll To Top