venerdì , 14 dicembre 2018
Home / Fai da te / Giacinto

Giacinto

Giacinto

Giacinto

Il Giacinto è una pianta bulbosa che produce dei bellissimi fiori profumati, i colori dei suoi fiori sono tantissimi : lavanda, blu, rosa, violetto, fucsia, giallo e arancio. Ma non solo. E' una pianta facile da coltivare che non richiede cure particolari. Vediamo un pò.

Terreno:  non necessità di un terreno esigente, la terra del vostro giardino sarà perfetta, infatti il terreno ideale deve essere abbastanza ricco di humus, ben drenato, di medio impasto, misto a sabbia, concimato e soprattutto lavorato in profondità, perchè il bulbo deve essere piantato 10-15 cm di profondità, ben distanziate le une dalle altre di almeno 15 cm. Sta benissimo anche nelle fioriere, ma ricordatevi sotto allo strato di humus può essere favorevole uno strato di ciottoli che contribuisce al suo drenaggio. Il bulbo può stare anche in acqua, dentro un contenitore di vetro, anche se è più sacrificante per la pianta poichè mette a duro lavoro le sue riserve di energia.

Annaffiature : devono essere periodiche, evitate di irrigare troppo perché soffrono il ristagno d'acqua, una volta ogni tre giorni in inverno, una o due volte al giorno in estate (evitando i ristagni). Mentre in primavera a giorni alterni.

Esposizione : cambia a seconda se voi decidiate di coltivare la pianta in giardino oppure in vaso in casa, se coltivate il giacinto in giardino potete lasciarlo in un luogo poco umido soleggiato, per evitare le temperature troppo basse, mentre se invece volete coltivarlo in interno scegliete una posizione molto luminosa ma che però non sia a contatto diretto con la luce solare, fate attenzione che la temperatura nn scenda sotto ai 13 °.

Fioritura : avviene indicativamente, ad inizio marzo dal bulbo spunteranno dei rami ed inseguito dei fiori bellissimi, profumati e colorati. Se volete una fioritura precoce potete tenerlo in casa.

Produzione e rinvaso : è consigliabile piantare il giacinto in autunno, all'inizio di Ottobre,  se lo avete acquistato in inverno, non appena le temperature si faranno più miti, piantatelo in terra. Dopo la fioritura va a riposo perciò evitate di annaffiarli eccessivamente, per non farli marcire. sopportano il freddo e il gelo, se il bulbo sarà abbastanza forte, fiorirà in primavera, altrimenti negli anni successivi. Dopo qualche anno, la fioritura diventa scarsa.

Concimazione : utilizzate i fertilizzanti a lenta cessione, per dare il nutrimento giusto di cui la pianta ha bisogno.

Potatura : tagliare i fiori appassiti una volta che la fioritura della pianta è terminata. Consentendo così alla pianta di risparmiare delle energie, energie utili per altre fasi della vita della pianta.

Malattie e parassiti : teme moltissimo i funghi, come dicevamo prima, i ristagni di acqua, i quali infatti favoriscono, le muffe  e anche la nascita di funghi, quindi mai abbondare troppo con le irrigazioni.

Piante da abbinare : possono essere coltivati  in compagnia delle viole del pensiero o altri bulbi come i tulipani e narcisi.

 

loading...

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

8 + 6 =

Scroll To Top