martedì , 19 novembre 2019
Home / Fai da te / Stella di Natale

Stella di Natale

IMG_8290

La Stella di Natale è  il simbolo del Natale, il suo nome ufficiale è Euphorbia pulcherrima è una pianta selvatica Messicana. E’ una  pianta invernale, una delle poche che fiorisce in inverno. Ecco le cure essenziali che la Stella di Natale necessità:

Terreno e  annaffiature: La composizione ideale del terriccio è : torba, terriccio di foglie di bosco e terra argillosa. Le annaffiature devono essere moderate, la superficie dev'essere ben asciutta, richiede un’ambiente umido senza subire brusche variazioni di temperatura o improvvise correnti di aria fredda.

Malattie e parassiti : I problemi che la pianta può avere sono legati all’umidità ambientale ed alle annaffiature, essi sono:

  • Se la pianta tende ad afflosciarsi a bisogno di più acqua;
  • Un terreno troppo bagnato porta alla pianta macchie scure, macchie decolorate e afflosciatura sulle foglie, che poi cadono, perciò riducete le annaffiature ed eliminate le radici marce.
  • Se le punte delle foglie si raggrinziscono è sintomo di poca umidità ambientale.
  • Parassiti pericolosi sono gli afidi, in questo caso intervenite con un antiparassitario.
  • Pericolosa per la pianta è la botrite, una muffa che si presenta come una polvere grigia tra le foglie (quando esse si sbriciolano e producono questa polvere) oppure alla base dei fusti, il rimedio a questo problema è quello di utilizzare dei fungicidi.

Esposizione : un ambiente ben illuminato, ma non con i raggi solari diretti, la temperatura ideale non deve essere inferiore a 20°, ideale è una temperatura tra i 14 - 22 °, bisogna soprattutto evitare le correnti di aria gelida e l'aria viziata.

Fioritura : I veri fiori sono quelli centrali e piccoli, di colore giallo, il resto si chiama brattee e possono essere rosse o gialle. E' importante non fare l'errore di buttare la pianta quando le brattee saranno cadute.

Concimazione : va fatta una volta al mese con fertilizzanti liquidi a base di fosforo, ferro e potassio diluiti con l’acqua di irrigazione.
Mentre in tarda primavera-estate la pianta va concimata con un fertilizzante liquido, preferibilmente ogni quindici giorni.

Produzione e rinvaso : si sviluppa per talea poichè i semi che producono sono poco fertili. Verso il mese di maggio si può fare il rinvaso, ovviamente con un vaso più grande.

loading...

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

sedici + 17 =

Scroll To Top